3

 UNA FORTEZZA

 DI LUCE

 La trasformazione

in  epoca crociata (XII)

3

UNA FORTEZZA DI LUCE

La trasformazione in  epoca crociata (XII)

La terza sezione attraversa le trasformazioni subite dal monumento durante l’età Crociata.

Tra gli interventi più significativi la costruzione della fortezza che doveva accogliere nuovi flussi di pellegrini provenienti da Occidente, ma soprattutto la decorazione di gran parte delle colonne della navata e il rifacimento integrale della decorazione musiva che illuminava con i suoi tappeti d’oro, madreperla e pasta vitrea tutte le pareti superiori della basilica.

Nonostante del ciclo di mosaici si conservino solo 130 mq dei circa 2000 mq ipotizzabili, la loro bellezza basta a comprendere la devozione che si sviluppò nel corso del Medioevo e che portò a una vera e propria rinascita di Betlemme.

Questa chiesa è bellissima e coperta di piombo. Le sue colonne con architravi e capitelli sono di nobilissimo marmo e anche il pavimento è rivestito dello stesso marmo. Le pareti sono impreziosite d’oro, d’argento e di diversi colori e, in generale, l’edificio è abbellito perfettamente con ogni forma d’arte pittorica.
Thietmar, 1217